Montella Net Homepage
Una parola per volta per imparare il dialetto montellese
spacconarià : vanteria
Clicca per aprire il vocabolario
Sito dedicato all'artista Irpino Carmine Palatucci che attraverso la sua arte ci parla della cultura, della natura e delle tradizioni della sua terra.
Erbario

Salvia

Pianta erbacea, perenne, spontenea nell'Italia meridionale, comunemente coltivata. Appartiene alla famiglia delle Labiate. Fiorisce da maggio a luglio.
Questa droga era tenuta in grande considerazione nell'antichità ed il nome lo si fa derivare dal latino salvere (stare sano).
In gran conto anche presso la Scuola Salernitata, che celebra le virtù della droga col verso "Cur moriatur homo, cui Salvia crescit in horto?" (Perché dovrebbe morire l'uomo nel cui orto cresce la salvia?).
È un suffrutice, con caule eretto, ramificato, biancastro per fìtta peluria; foglie inferiori picciuolate, arrotondate o attenuate alla base; sessili le superiori, acuminate; fiori pedicillati, riuniti in uno spicastro apicale; frutto di quattro acheni.
Si adoperano le foglie che, raccolte poco prima della fioritura, private dei picciuoli, seccate all'aria ed all'ombra, conservate al riparo dell'umidità e dell'aria, con odore e sapore aromatico, contengono un olio essenziale dalla composizione chimica complessa, un glucoside, una saponina acida, sostanze tanniche, resinose, amare, acidi organici ecc.
L'azione antidrotica della salvia è dovuta all'essenza, per paralisi dell'apparato nervoso periferico delle ghiandole sudorifere, l'effetto si fa sentire dopo un paio d'ore dall'ingestione ed il beneficio dura per qualche giorno, donde l'impiego per limitare la sudorazione.
Si adopera in talune psicopatie. Nella pubertà, nella menopausa, nelle infiammazioni gastrointestinali e bronchiali, per arrestare la secrezione lattea. I principi amari hanno proprietà tonico-aromatica.
Nell'atonia nervosa, nelle depressioni per eccessivo lavoro fisico e mentale, l'azione tonico stimolante della salvia è particolarmente efficace e si adopera l'infuso. Per uso esterno, per pennellazioni, la tintura di salvia, pura; per colluttorio, gargarismi, irritazioni vaginali.

oppure Condividi

Costruisci Montella Net con noi

Segnalaci gli errori, i commenti e/o le critiche riguardo questo contenuto o in generale. Saremo felici di rispondere e migliorare Montella Net grazie al tuo aiuto.

Nome


La tua e-m@il



Inserisci la parola nell'immagine


Commento