Montella Net Homepage
Una parola per volta per imparare il dialetto montellese
cìglio : aculeo; parte terminale di un ramo; germoglio
Clicca per aprire il vocabolario
    Storia   Monumenti   Personaggi   Itinerari   La castagna   Dialetto   Canzoni popolari   Poesie popolari  
Promodisplay è specializzata in progettazione e realizzazione di siti web, espositori e materiale pubblicitari per il punto vendita.

Storia

Goti e Bizantini

Nel 476 d.C., con la caduta dell'Impero Romano di Occidente, cominciò in Italia il dominio dei barbari. Verso la fine del secolo V, l'Irpinia era controllata dai Goti, che ne furono padroni fino al 553, quando proprio in Campania, subirono sconfitte decisive ad opera dei Bizantini.

Il nostro castello fu uno degli ultimi posti fortificati a capitolare e a passare in potere dei nuovi conquistatori. Goti e Bizantini non portarono sostanziali innovazioni amministrative; requisirono solo, a proprio vantaggio, parte delle terre. La miseria e le oppressioni erano in continuo aumento e rendevano sempre più tragica la vita degli infelici cittadini. Molti di essi, non trovando nelle autorità la tutela dei loro diritti, preferivano rinunziare alla libertà personale, per mettersi alla dipendenza di un patrono, che li proteggesse contro le prepotenze e i soprusi.

L'Imperatore Giustiniano nel 554 regolò l'ordinamento politico e amministrativo dell'Italia, facendone una prefettura bizantina, divisa in province.
L'ordinamento dato da Giustiniano alla nostra Penisola non poté portare effetti benefici, perché, dopo quindici anni di dominio bizantino, l'Italia fu di nuovo sconvolta dall'invasione dei Longobardi.

oppure Condividi

Costruisci Montella Net con noi

Segnalaci gli errori, i commenti e/o le critiche riguardo questo contenuto o in generale. Saremo felici di rispondere e migliorare Montella Net grazie al tuo aiuto.

Nome


La tua e-m@il



Inserisci la parola nell'immagine


Commento