Montella Net Homepage
Una parola per volta per imparare il dialetto montellese
percu˛co : pesco e pesca
Clicca per aprire il vocabolario

Panoramica di Montella vista da Tagliabosco
 Chi Siamo

Questo sito, realizzato da Marco Di Fronzo con la forte collaborazione di Carmine Gambone, vuole fornire e raccogliere informazioni su tutto cio' che riguarda l'Alta Valle del Calore, pertanto ha l'obiettivo di incentivare i navigatori a scoprire il fascino di questa terra, invogliando i medesimi a cercare nuove notizie e documenti, per rendere Montella Net ancora piu' interessante. Qui troverai informazioni sulla storia, la cultura, la natura e le curiosit´┐Ż di casa nostra. Inoltre servizi per le Aziende e pubblicit´┐Ż per chi vuole farsi conoscere via internet. Per informazioni contatta La Redazione di Montella Net.

Storia (16)

Le trib¨ irpine

Alfellani, Atrani, Larinantes e Deculani erano le trib¨ irpine che occuparono le nostre terre. I nomi e le storie di queste trib¨ hanno dato i nomi a molte localitÓ di Montella e dintorno.

Natura (77)

Ruta

Pianta spontanea, perenne, nei luoghi sassosi e soleggiati, spesso coltivata. Fiorisce da maggio ad agosto. Appartiene alla famiglia delle Rutacee. L'uso tradizionale era legato alla certezza che migliorasse la vista e pittori, incisori usavano consumarla in grande quantitÓ.

Itinerari (18)

Cascata dello Scannolaro

E' questa una suggestiva escursione per gente abituata ad arrampicarsi su forti pendii, a marciare su salite ove non vi Ŕ traccia di sentiero, in circa tre ore di salita, tutto questo per giungere alla Cascata dello Scannolaro.

Monumenti (8)

San Francesco

Il privilegio concesso ai frati da Filippo d'Angi˛ Ŕ la prima notizia, storicamente documentata, intorno al convento. Nell'inverno del 1221 San Francesco d'Assisi, di passaggio per Montella, si rec˛ nel bosco di Folloni, per convertire i briganti. Calata la sera, trov˛ riparo sotto i rami di un elce, che sorgeva lÓ dove sta ora l'altare maggiore della sua chiesa.

Aitanella
Aitanella Ŕ una giovane fanciulla che va in giro a cavallo e fa innamorare il giovane che l'incontra. Lui ne canta la bellezza e l'abbigliamento e si rammarica di non avere soldi sufficienti a costruire un nido d'amore. Anche Aitanella ha lo stesso rammarico, ma dice chiaramente che se avesse avuto quei dieci ducati, avrebbe certamente sposato un salernitano pi¨ ricco e meno cafone di lui.
 Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per essere informato su tutte le novit´┐Żdi Montella Net