Montella Net Homepage
Una parola per volta per imparare il dialetto montellese
fumèca : fumo denso
Clicca per aprire il vocabolario
    Storia   Monumenti   Personaggi   Itinerari   La castagna   Dialetto   Canzoni popolari   Poesie popolari  
Il buon caffè, le partite a carte e tutto il campionato dal Bar Sport.

Itinerari

Grotte del Caliendo

Tratto dal Libro Sulle orme del lupo di Carmine Palatucci Ed. Altirpinia

Nei primi anni novanta si conosceva soltanto il ramo attivo delle grotte (ramo attivo significa percorso da un torrente), mentre nel 1992 si scopr il ramo fossile (vuol dire che non vi scorre pi acqua), lungo 860 metri. Questo ramo il pi bello delle grotte per la ricchezza di concrezioni, stalattiti, stalagmiti ecc. Nel 1995 per meglio esplorare, si propose un campo attrezzato all'interno delle grotte. Esso dur quattro giorni e port alla scoperta di un altro ramo fossile lungo 400 metri.

Per raggiungere il punto estremo delle grotte fu necessario attraversare con muta subacquea un sifone. Nello stesso anno fu realizzata un'immersione a 1.500 metri nel ramo destro. Il sifone chiude ed profondo 15 metri e lungo 30. La temperatura nella grotta oscilla fra i 7 e gli 8 gradi centigradi; l'acqua che vi scorre arriva tutta dall'inghiottitoio del Ponte Scaffa, situato sulla piana del Laceno. La Grotta del Caliendo seconda per lunghezza in Campania solo alle Grotte di Castel Civita in provincia di Salerno. La speleologia una passione faticosa, costosa, richiede costanza ed allenamento fisico. Tutto, per, viene largamente ricompensato dalla visione e dall'emozione che si provano nelle viscere della terra. Scenari da favola appaiono ai nostri occhi quando, all'improvviso, una grande sala si apre davanti a noi. L'emozione di un'immersione in un sifone, il batticuore dell'inizio, la meraviglia dell'uscita al di la della parete, in un silenzio irreale, la scoperta di forme di vita che mai avremmo immaginato, il colore bianco candido predominante, indice di purezza, i vari colori a macchie, gli ossidi, indicatori di presenza di metalli vari fanno capire la grandezza di Dio e la sua impareggiabile fantasia.

Il ritorno alla luce, dopo essere stati nel mondo delle tenebre, ci consegna una realt piena di affanni e rumori molesti. Bisognerebbe che ognuno di noi provasse, almeno per poco, il silenzio che sa di infinito.

CURIOSITA'

Le grotte del nostro territorio: Grotte del Caliendo (Bagnoli Irpino); Grotte Madonna del Fiume (Calabritto); Grotta della Cascata (Lioni);  Grotta del Caprone (Montella); Inghiottitoio Candraloni (Montella); Grotta di San Michele (Olevano sul Tusciano); Grotta di San Cesareo (Rocca San Felice); Grotta del Diavolo (Senerchia); Grotta dei Ferrari (Serino); Grotta dell'Eternit (Serino); Bocche del Dragone (Volturara Irpina).

Link Utili

http://www.speleorama.it Sito Ufficiale del Circolo Speleologico "Giovanni Rama" che è nato nel 1981 come associazione civica per l'esplorazione della Grotta del Caliendo e per la divulgazione delle bellezze naturali dell'intero territorio del Comune di Bagnoli Irpino e dei Comuni limitrofi.

oppure Condividi

Costruisci Montella Net con noi

Segnalaci gli errori, i commenti e/o le critiche riguardo questo contenuto o in generale. Saremo felici di rispondere e migliorare Montella Net grazie al tuo aiuto.

Nome


La tua e-m@il



Inserisci la parola nell'immagine


Commento